È ora di una lezione di storia mediterranea – leggi la storia dell'isola di Vir!

È un po’ difficile raccontare una breve storia della Croazia perché quasi ogni angolo del paese ha una storia di diverse centinaia di anni. L’isola di Vir è tra questi, con segni di insediamenti insulari risalenti al 35.000 anni a.C. Se vuoi sapere cosa è successo sull’isola da quei tempi antichi, continua a leggere!

Inizi tribali

I primi abitanti ufficiali dell’isola furono i Liburni, una tribù illirica che si stabilì dal IX secolo a.C. Fortunatamente, gli scienziati furono in grado di scoprire uno o due fatti sul loro stile di vita preistorico. Infatti, scoprirono che i Liburni vivevano in case di argilla al piano terra con tetti fatti di vari rami.

La vicinanza di acqua potabile, campi, pascoli, pianure e mare rendeva la vita sull’isola un vero idillio, ma la pace fu interrotta dai conflitti con i Greci. Infatti, i Liburni erano ottimi commercianti e marinai e per questo rappresentavano una meta desiderabile per molti.

Dominazione romana

I Greci non furono l’unica minaccia per l’isola di Vir. Dal III secolo a.C. fino al IV secolo d.C., l’isola fu dominata dai Romani. A posteriori, potrebbe non essere stata la cosa peggiore che ha colpito l’isola. I Romani costruirono le strade che collegavano l’isola di Vir alla città di Nin, una delle città politicamente più importanti dell’epoca.

Arrivo dei croati

Intorno all’anno 640, i croati fecero i loro primi passi sull’isola e nei secoli successivi stabilirono un’unione statale croata. Una delle regioni più importanti era la regione intorno alla città di Nin, dove risiedeva il re Petar Krešimir IV. A causa della sua vicinanza alla città reale, Vir divenne quindi una destinazione ancora più desiderabile.

Periodi diversi, proprietari diversi

Nel corso degli anni, Vir ha avuto proprietari diversi e tra questi ci furono ungheresi, veneziani, austriaci e francesi. Nel 17° secolo, l’isola divenne proprietà privata della famiglia Crnica. Alcuni membri della famiglia hanno vissuto nel palazzo che oggi rappresenta la sede del Comune di Vir.

La leggenda narra che nel XIX secolo un membro della famiglia Crnica perse una partita di carte e fu costretto a consegnare l’isola a un nuovo proprietario, la famiglia Bakmaz. Sembra il gioco di carte più costoso della storia croata, vero?

Tempi moderni

Durante questo periodo la vita sull’isola non fu facile. Gli abitanti divennero servi e trascorrevano le giornate coltivando la terra per i loro ricchi proprietari. Per questo motivo, il 1908 è uno degli anni più importanti della storia di Vir – l’isola fu dichiarata libera e ogni abitante divenne proprietario della terra nella quale viveva e lavorava.

La vicinanza della città di Nin e i buoni collegamenti con la terraferma hanno reso l’isola di Vir una destinazione desiderabile. Ogni proprietario ha lasciato il suo segno sull’isola e ha avuto un ruolo speciale nella storia e nella cultura croate. A causa di queste influenze, oggi si può godere della bellezza della natura, delle città antiche e dei numerosi monumenti dell’isola.

Scopri di più sulla storia croata e fai una gita in un’altra (altrettanto interessante) isola croata!

  • Numero di telefono +385 23 697 441

  • Estate 07:00 - 23:00 / Inverno 08:00 - 22:00

  • Gratis WiFi

Il Camping Village Šimuni fa uso dei cookie per migliorare l'esperienza degli utenti sul proprio sito web. Per saperne di più sulla tipologia dei cookie di cui ci serviamo e perché, vai alla nostra INFORMATIVA SULL'USO DEI COOKIE. Consenti al Camping Village Šimuni l'uso di quale tipologia di cookie: